FORMAZIONE PER LE SCUOLE

infanzia

DI SOFFIO IN SOFFIO-EDUCAZIONE ALL’ASCOLTO

Laboratorio sulla vocalità, il suono, la musica

Musica e teatro sono le basi per lo sviluppo di un corpo sonoro armonico. Questo laboratorio è volto ad educare i bambini ai suoni, alla loro emissione, e alle emozioni che li accompagnano, e ne fanno espressione, musica, teatro, linguaggio. Dietro alla parola non c’è solo un concetto ma un soffio e un movimento muscolare che coinvolge tutto l’organismo per far risuonare lo strumento vocale in modo articolato e armonico. L’emissione di un suono ha conseguenze sull'atteggiamento, sulla postura, sull'immagine del corpo. Linguaggio vuol dire suono, voce, armonia, ritmo e melodia. Lingua è, prima di tutto, gesto e suono. Gli elementi comuni alle lingue e agli esseri umani sono il corpo e la voce; così come l’esigenza espressiva da cui sono nate.

Oggigiorno viviamo in un ambiente così virtuale e così saturo di “rumore” che abbiamo bisogno di re-imparare a sentire.

UNA SETTIMANA DA FAVOLA

Questo laboratorio dedicato ai più piccoli, rappresenta un divertente percorso nelle favole, che verranno lette ai più piccoli e sulle quali i bambini saranno stimolati ad improvvisare con la gestualità, l’espressione corporea, l’uso creativo di oggetti ed elementi appartenenti alla favola prescelta. Il percorso, si avvarrà delle tecniche di base del teatro e si svolgerà nell’arco di una settimana, con incontri giornalieri, alla fine si potrà realizzare una simpatica composizione del lavoro comune.

Se vorremo la mostreremo ai genitori… altrimenti la custodiremo nei nostri cuori!

Numero partecipanti 10-15 bambini a percorso.

(è possibile attivare più percorsi in più settimane)

I corsi, i laboratori e gli incontri sono curati dalla regista e drammaturga Daniela Nicosia
Laureata in Semiologia dello spettacolo vecchio ordinamento presso il DAMS, Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna con punteggio 110 e lode.
Formatasi artisticamente con Yoshi Oida - attore di Peter Brook presso il CIRT di Parigi - ha firmato regie per il Teatro Stabile dell’Aquila, il Tib Teatro, gli Stabili di Innovazione di Bologna, di Verona e di Vicenza, Arca Azzurra Teatro,il Festival di Madrid.
Premio Nazionale della Critica 2004 assegnato dall’ANCT-Associazione Nazionale Critici di Teatro-per la direzione artistica e i progetti realizzati presso il Teatro Comunale di Belluno, tra cui lo spettacolo Polvere - ovvero la storia del teatro, progetto ideato per i Teatri Storici che sviluppa una sua particolare linea di ricerca tra teatro e architettura, prescelto per il Festival Internazionale della Biennale Teatro di Venezia.
Vincitrice di due edizioni del Festival nazionale I Teatro del Sacro (2011 e 2013) con gli spettacoli Io ti prendo per mano, sul tema del morire, di cui ha curato testo originale e regia e Passione regia e drammaturgia dal romanzo Passio Laetitiae et Felicitatis di Giovanni Testori, con in scena Maddalena e Giovanni Crippa, rappresentato al Piccolo Teatro di Milano.