FORMAZIONE PER LE SCUOLE

Scuole secondarie 2° grado

LA TRAGEDIA GRECA

Analisi di un testo e composizione scenica

Questo laboratorio propone un percorso nella tragedia greca di carattere teorico e pratico, verranno analizzati i fondamenti della tragedia, verrà poi scelto e analizzato il testo di una tragedia e verranno messe in scena alcune sequenze della stessa. Il laboratorio coinvolgerà direttamente i ragazzi permettendo loro di sperimentare direttamente il lavoro dell’interpretazione e della messinscena.

IL CORPO DELLE EMOZIONI

Il Corpo, la sua energia, le sue capacità espressive e relazionali

Il teatro coinvolge il corpo e la psiche, si basa su regole e tecniche precise necessarie all’attore per sviluppare capacità di autocontrollo, concentrazione, coordinamento motorio, memoria, immaginazione, espressività verbale e gestuale. Le discipline teatrali, operano in una sfera emotivo-cognitiva, psico-fisica che consente di dare espressione e forma al proprio mondo interiore, in un contesto condiviso, in cui l’ascolto e il rispetto dell’altro, così come il lavoro d’insieme e il gioco di squadra, divengono elementi fondamentali per il raggiungimento di un obiettivo comune a tutto il gruppo. Il percorso di formazione qui proposto intende mettere a disposizione dei ragazzi alcune tecniche teatrali, in particolare quelle relative all'espressione corporea, al fine di favorire l’educazione al lavoro di gruppo, al rispetto e all'ascolto dell’altro, all'elaborazione e all'espressione delle emozioni, valorizzando la persona e l’impegno individuale in un contesto e per un obiettivo condiviso, favorendo la relazione e la coesione con gli altri. Un “allenamento” improntato principalmente sulle azioni fisiche nell'esplorazione serena delle proprie potenzialità e dei propri limiti.

I corsi, i laboratori e gli incontri sono curati dalla regista e drammaturga Daniela Nicosia
Laureata in Semiologia dello spettacolo vecchio ordinamento presso il DAMS, Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna con punteggio 110 e lode.
Formatasi artisticamente con Yoshi Oida - attore di Peter Brook presso il CIRT di Parigi - ha firmato regie per il Teatro Stabile dell’Aquila, il Tib Teatro, gli Stabili di Innovazione di Bologna, di Verona e di Vicenza, Arca Azzurra Teatro,il Festival di Madrid.
Premio Nazionale della Critica 2004 assegnato dall’ANCT-Associazione Nazionale Critici di Teatro-per la direzione artistica e i progetti realizzati presso il Teatro Comunale di Belluno, tra cui lo spettacolo Polvere - ovvero la storia del teatro, progetto ideato per i Teatri Storici che sviluppa una sua particolare linea di ricerca tra teatro e architettura, prescelto per il Festival Internazionale della Biennale Teatro di Venezia.
Vincitrice di due edizioni del Festival nazionale I Teatro del Sacro (2011 e 2013) con gli spettacoli Io ti prendo per mano, sul tema del morire, di cui ha curato testo originale e regia e Passione regia e drammaturgia dal romanzo Passio Laetitiae et Felicitatis di Giovanni Testori, con in scena Maddalena e Giovanni Crippa, rappresentato al Piccolo Teatro di Milano.